Comunicato stampa del Tavolo per la Nonviolenza del Municipio3 di Milano

In Ucraina la tragedia della guerra sta seminando morte, distruzione e miseria. Le vittime sono sempre più numerose; i profughi, specialmente mamme, bambini e bambine, stanno chiedendo ospitalità in tutta Europa e in Russia migliaia di pacifisti sono incarcerati.

Il Tavolo per la nonviolenza del Municipio 3 di Milano fa proprie le parole che il presidente Mattarella ha pronunciato subito dopo l’inizio delle operazioni militari “Noi non possiamo accettare che la follia della guerra distrugga quello che i popoli hanno realizzato in sette decenni di collaborazione e obiettivi comuni” e ribadisce l’art. 11 della nostra costituzione “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”.

Crediamo che i dissidi non si affrontino con le armi ma con il dialogo, la nonviolenza e la diplomazia.

Vogliamo continuare con le nostre azioni e le nostre scelte a costruire relazioni e rapporti mettendo in atto la metodologia della Nonviolenza, riportata nel nostro Statuto, che coniuga la coerenza interna del pensare, sentire e agire nella stessa direzione a un modo di relazionarsi basato sulla antica regola di condotta di base: “Tratta gli altri come vorresti essere trattatə”.

Nel condannare la guerra, ora e sempre, ribadiamo il nostro impegno a costruire quotidianamente pace, armonia e concordia tra le persone e i popoli della terra.

Anche noi siamo parte del Tavolo: supporta e divulga il comunicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.